benefici attivita fisica

Salute: tutti i benefici dell’attività fisica!

benefici attivita fisica

Gli effetti positivi di un’attività fisica quotidiana possono essere davvero sorprendenti: se nella vita evitiamo le grandi malattie (tumori, infarti, demenze), la nostra capacità di muoverci, senza dolori, con elasticità e facilità, sarà qualità di vita. Cosa possiamo fare per godere di tutti i benefici del movimento sulla nostra salute? Scopriamolo insieme!

Passare dal sedentario al movimento per star bene. Cosa fare?

Quando si parla di attività fisica e suoi benefici, i concetti da tenere a mente (dai 30-40 anni fino agli oltre 90) sono pochi e semplici, ma fondamentali:

  • Quello che facciamo tutti i giorni o quasi determina lo stato del nostro cuore, respiro, articolazioni, muscoli.
  • Attività fisiche svolte occasionalmente (meno di 3 volte a settimana) non avranno alcun effetto visibile.
  • Attività fisiche ad alta intensità sono in genere usuranti e possono produrre più danni che benefici.
  • Le attività fisiche leggere, frequenti e regolari modellano il nostro corpo.

Quando gli impegni sono tanti, il tempo poco e non si ha l’abitudine allo sport, le attività fisiche da svolgere quotidianamente, senza necessità di strutture specifiche (palestre, piscine, campi, piste, ecc.), sono le migliori. Ecco alcune semplici regole, che tutti noi dovremmo seguire, per godere degli effetti positivi del movimento sulla nostra salute:

  • Per modellare il nostro fisico, migliorare lo stato cardiocircolatorio, respiratorio e psicologico, è necessario svolgere una qualche attività almeno tre volte a settimana (il minimo per ottenere miglioramenti), ottimo se 5 volte a settimana, eccezionale di più.
  • L’attività deve essere leggera, senza sudare, avvertendo un minimo di fatica, svolta con il giusto (si vedrà il significato della parola) impegno.
  • L’attività deve essere tale da richiedere un movimento assolutamente naturale e non forzato.

benefici attivita fisica consigli

Attività fisica: quando, quanto e come?

Gli esercizi migliori da praticare quotidianamente per godere dei benefici del movimento sulla nostra salute sono due: camminare e salire scale. Ma quando, quanto e come?

Quando?

Stabilite un orario, la mattina, la sera, prima di andare a lavorare, lasciando l’auto o il mezzo di trasporto ad una certa distanza. In questo modo diventerà un’abitudine, e quando sarà un’abitudine la fatica non si sentirà e gli effetti ci saranno ugualmente. Se il percorso è sempre lo stesso è meglio, la mente sarà più libera di pensare a quello che preferite e lo farete con testa più sgombra.

Se abitate ad un piano alto, se in ufficio avete scale, fate sempre almeno un piano a piedi in salita, poi per andare più in alto prendete l’ascensore. Un piano, al massimo due, si fanno sempre, anche con borse, carte. Se vi prefiggete di farne 3 o 4 o più, comincerete ad essere irregolari….

La camminata, le scale vanno infatti fatte sempre, con il vento, la pioggia (non fortissima…), con un peso o senza. Se dovete portare una borsa, meglio una tracolla che vada da una spalla all’altro lato.

Quanto?

Cercate di fare una camminata che, tra andata e ritorno richieda circa 30 minuti (lasciare il mezzo di trasporto 15 minuti dalla vostra meta), non più di 1 o 2 piani di scale.

Come?

Camminata di passo rapido, come un poco in ritardo ad un appuntamento, dritti, a testa alta. Evitate di camminare con le mani dietro la schiena, o in tasca, con passo da passeggiata come per guardare i negozi.

Salire le scale decisi, senza correre, con l’attenzione a lasciare il tallone fuori dal gradino, non in punta di piedi, solo il tallone (un terzo del piede) fuori dal gradino. Così lavoreranno non solo i quadricipiti, ma anche i polpacci, i glutei, gli addominali. Eviterete artrosi dell’anca, del ginocchio, mal di schiena e il decadimento dell’equilibrio. Anche questo movimento eretti, senza oscillare il busto, tenuto ben verticale. Evitate di inclinarlo in avanti: un’andatura instabile, pericolosa e inutilmente faticosa.

Seguendo con costanza queste poche e semplici regole, i benefici non saranno rapidi, ma saranno persistenti e importanti.

  • Primi effetti: dopo qualche settimana, molta meno fatica, fisica e mentale per fare tutto questo.
  • Effetti successivi e più importanti: in un anno scioltezza, elasticità, calo di peso, calo della frequenza cardiaca, pressione arteriosa più bassa (sprattutto la pericolosa pressione minima) , diminuzione o scomparsa di dolori e doloretti.
  • Effetti secondari: (ma non meno importanti) umore migliore, digestione e funzione gastrointestinale migliore, quantità e qualità del sonno migliorate.

[gravityform id=”1″ title=”false” description=”false”]

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento